Mezzi pubblici

Pass Navigo & co

Mezzi-RubenSpostarsi in città o tra città e periferia/campagna può essere molto costoso.
Se non siete turisti, per i quali esistono abbonamenti brevi di 1, 2, 3, 5 giorni, è sempre conveniente fare un pass mensile. Avendo la fortuna di doversi spostare non regolarmente o di poter usare i sistemi alternativi di bike o auto sharing, conviene sempre acquistare i biglietti in “carnet” di 10: in questo caso il prezzo scende da 1€80-1€60 all’unità a 1€20-1€30 per il biglietto del “carnet”.
Questo vale anche per i trasporti pubblici in generale (tram, autobus…) e anche in città sprovviste di metropolitana.

Per studenti e disoccupati, su presentazione di un giustificativo, ci sono delle riduzioni: consultare per questo il sito dei trasporti pubblici locali alla voce “tarifs réduits.

panneau-symbole-handicape

 

Diversamente abili

Per facilitare i trasporti, si possono richiedere
carte d’invalidité, tessera d’invalidità
carte de priorité, tessera prioritaria

In Auto

La Patente/Permis de conduire

Rinnovo
permisIn conformità con la vigente normativa europea i cittadini italiani che risiedono in Francia e che sono regolarmente iscritti all’Anagrafe Italiani Residenti all’Estero (AIRE) devono rivolgersi per rinnovare la patente, esclusivamente alle autorità francesi, che provvederanno a convertirla. Pertanto, se il cittadino italiano è stabilmente residente in Francia, potrà rinnovare la sua patente presso la Préfecture de Police competente per il luogo di residenza. Nel caso di patenti già scadute, le autorità francesi di norma richiedono di effettuare una visita medica e possono anche procedere ad altri accertamenti. Se invece il cittadino non è iscritto all’AIRE e ha mantenuto la propria residenza in Italia, dovrà rivolgersi all’Ufficio della Motorizzazione che in Italia ne ha effettuato il rilascio (e non ai Consolati).

In qualsiasi momento i cittadini italiani residenti in Francia possono richiedere alle autorità francesi la conversione della loro patente in corso di validità, il cosiddetto échange du permis, ovvero il ritiro della patente italiana e il rilascio contestuale di una patente francese equivalente oppure puo’ essere richiesta l’enregistrement, ovvero la consegna di un attestato di conformità alla patente francese equivalente.

Furto o smarrimento
In caso di furto o smarrimento del titolo di guida italiano, verrà richiesta dalla Prefettura francese al diretto interessato un’attestazione di possesso, il certificato di titolarità, che dovrà essere rilasciata dalla Motorizzazione italiana che ha emesso la patente di guida e non dal Consolato.

Esportazione autoveicoli

Per esportare definitivamente un veicolo all’estero bisogna richiedere al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) la “Cessazione della circolazione per esportazione”.

Per tutte le formalità, i documenti necessari ed i dettagli dei costi della pratica, si prega di consultare il sito dell’ACI

Per saperne di più:

http://www.consparigi.esteri.it/Consolato_Parigi/Menu/I_Servizi/Per_i_cittadini/patente+di+guida.htm

http://www.esteri.it/mae/it/italiani_nel_mondo/serviziconsolari/autoveicoli_e_patenti/

Autolib’

640px-Autolib_bluecar_profile_and_kioskMolti comuni hanno integrato un sistema di affitto di auto elettriche e 100% sostenibili: l’autolib. Per la cronaca le Bluecar sono state disegnate dal designer italiano Pininfarina.

Come funziona:
1 fare un abbonamento (abonnement) in uno dei Club Autolib (cercando su google “club autolib” e il nome della città). Bisogna presentare un documento d’identità, la patente e una carta bancaria. Una volta scelto il tipo di abbonamento, vi sarà rilasciato un badge.

2 passando il badge nell’apposito lettore dello spazio (Espace) Autolib, e staccando la “spina” della macchina si è pronti per partire. L’abbonamento costa sui 10€/mese e l’affitto sui 6€/mezz’ora.

3 Riportare e “riattaccare” la presa della macchina in una stazione/espace autolib. L’affitto prende fine nel momento in cui, ripassando il badge davanti al lettore, “chiudete” la macchina.

Tutte le infomazioni (in francese) e la carta delle stazioni:
www.autolib.eu/stations

Mezzi di trasporto condivisi

  • TAXI PARTAGÉ o TAXI COLLETTIVO

wecab-slideIl taxi collettivo è simile al taxi tradizionale ma viene usato da più persone alla volta. Può andare da un punto all’altro della città o seguire un itinerario prestabilito al momento della prenotazione.
Per esempio, per andare in aereoporto può andare a prendere 3-4 persone in punti diversi.

La compagnia che copre tutta la Francia e ha forse i prezzi migliori è G7 che propone anche i “night cabs” condivisi per i 18-25 anni, trasporti per disabili o per intere famiglie e persino l’option di viaggiare “green”.  Sito e app scaricabile: wecab.com
https://www.wecab.com/fr#

 

  • CAR-SHARING

Con il car-sharing si può condividere il viaggio in auto con altre persone che fanno lo stesso tragitto.
In internet si trovano diversi siti di car-sharing, il più conosciuto è www.blablacar.fr .
Dopo essersi registrati, si dovrà:

  • Inserire la città di partenza e arrivo e la data;
  • Prenotare il passaggio tramite pagamento online con carta di credito, prepagata o PayPal;
  • Contattare il conducente per definire gli ultimi dettagli del viaggio e presentarsi in orario al punto di ritrovo concordato.

BlaBlaCar è una community costruita sull’affidabilità. E’ comunque indispensabile seguire i consigli del sito.

Gli utenti di BlaBlaCar condividono le spese di viaggio e non c’è alcun fine di lucro da parte del conducente. La sua assicurazione auto offre già una copertura per tutto il tragitto, anche per i passeggeri trasportati. In più, il conducente o i passeggeri che utilizzano il sistema di Prenotazione Online beneficiano di una copertura assicurativa garantita senza costi extra: assistenza stradale e trasporto a destinazione; tutela legale; oggetti dimenticati a bordo.  

 

  • BIKE-SHARING

Sans titre-1
Anche in Francia esiste un sistema di noleggio di biciclette pubbliche (Location de vélos en libre service) con tariffe che variano a seconda della durata del noleggio (giornaliera, settimanale, annuale).
L’iscrizione, il pagamento e cercare i punti di raccolta bici si possono fare online (molto spesso è necessaria una carta di credito).

 

Servizi di bike sharing:

ALSACE: movelo Alsace
AMIENS: Vélam
ANGERS: VéloCité
AVIGNON: Vélopop’
BESANCON: Vélocité
BORDEAUX: VCub
CALAIS: Vel’in
CERGY-PONTOISE: VélO2
CLERMONT-FERRAND: C.vélo
CRÉTEIL: Cristolib
DIJON: Velodi
DUNKIRK/DUNKERQUE: dk.vélo
LA ROCHELLE: Yélo Vélo
LORIENT: CTRL
LYON: Vélo’v
MARSEILLE: Le Vélo
MONTAUBAN: Monbee Cycle
MONTPELLIER: Vélomagg’
MULHOUSE: Vélocité
NANCY: VélOstan
NANTES: Bicloo
NICE: Vélo Bleu
ORLÉANS: Vélo +
PARIS: Vélib’
PERPGINAN: BIP
RENNES: LE vélo STAR
ROUEN: Cy’clic
SAINT-ÉTIENNE: Vélivert’
STRASBOURG: Vélhop
TOULOUSE: VélôToulouse
VALENCE: Libélo
VANNES: Vélocéa

Stampare

SHARE

Spostarsi